07/03/2016

Lo scorso 25 febbraio, il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali ha reso noto che sono divenute operative le misure del pacchetto “Generazione Campolibero”, il Piano giovani che stanzia circa 160 milioni, tra risorse interne e fondi Isma-Bei, con l’obiettivo di favorire il ricambio generazionale e di creare nuovi sbocchi occupazionali nel settore agricolo.

I destinatari delle azioni sono, infatti, giovani di età compresa tra il 18 e 40 anni che intendono subentrare nella conduzione di un’azienda o che essendo già titolari di un’azienda agricola presentano un progetto di sviluppo.

In particolare, il pacchetto si compone di tre singole azioni di finanziamento:

-          fondo Private equity, finanziato con 20 milioni (massimo 4,5 milioni a progetto) finalizzato al supporto alla realizzazione di start up nel settore agricolo, alimentare e della pesca;

-          mutui a tasso zero per la copertura degli investimenti (massimo 1,5 milioni a progetto) per i quali sono stanziati 30 milioni di euro da risorse nazionali e 50 milioni di euro da fondi Isma-Bei;

-          mutui a tasso agevolato (della durata massima di 30 anni) per l’acquisto da parte di giovani di aziende agricole per i quali sono stanziati 60 milioni di euro.


Per maggiori informazioni

www.politicheagricole.it/